Libertà e censura, mafie e silenzio

Non entro in merito a quanto si possa dire sulla mafia, questo è solo un invito a cercare e a vedere un film-inchiesta dal titolo “La mafia è Bianca” di Stefano Maria Bianchi e Alberto Nerazzini, ex inviati di Sciuscià. A dire la verità, io non l’ho ancora visto (magari lo potremo vedere insieme in una serata organizzata appositamente per la proiezione), ma mi ha incuriosito un articolo di Concita De Gregorio pubblicato su D (inserto del quotidiano “La Repubblica” del 26 Novembre 2005). Riporto di seguito alcuni brani significativi.
“(…) Non girate pagina, non sbuffate, state attenti un momento perché ne vale la pena: in questo documentario si parla di noi. Degli italiani oggi al potere, di quelli che ci governano e che abbiamo eletto a rappresentarci, di Casini il presidente della camera e di Cuffaro il presidente della regione Sicilia, degli ospedali dove –dicono le cronache ogni giorno- si muore di parto e di appendicite … Scommetto anche che quasi nessuno di voi ha sentito parlare di “La mafia è bianca”, (…) nessun annuncio, nessun manifesto o dibattito nelle pagine degli spettacoli.(…)118 minuti di cose mai viste, che mai si vedranno in tv.(…)”.

p.s. prossimamente vi farò sapere il mio parere sul castello!!!

Pippazzu

4 commenti:

  1. Sembra interessante, come fare per reperirlo?


    ps: se è possibile, i titoli scriviamoli in MAIUSCOLO...

    RispondiElimina
  2. il dvd dovrebbe trovarsi in libreria!!!

    RispondiElimina
  3. Spero che l'idea di organizare una serata e vederlo insieme diventi una realtà fatemi sapere

    RispondiElimina
  4. non l'ho visto ma cercherò subito di colmare questa mia mancanza e vi farò sapere..bacio a tutti da "reggio calabria"...

    RispondiElimina