La banda del buco

E' da qualche tempo che in paese si respira aria carica di tensione, notizie di furti all'interno di appartamenti sono all'ordine del giorno, una o più "Bande del buco" agiscono indisturbate in una escalation innarrestabile, non si lasciano niente alle spalle, tutto fa brodo. E allora via un autoradio di quà una cassafote di là e trallallero trallalà. Mi viene spontaneo davanti a questi fatti pormi la seguente domanda: <<Ma finì a burdellu o a farmacia?>>, è possibile che in paese non esista più sicurezza, che si debba correre il rischio di trovarsi alle tre di notte (ma anche alle 4 di pomeriggio) gente che gironzala tranquillamente in casa anche senza invito, come direbbe mia nonna : "Cosa di farisi la cruci cu la mani manca".
Ma intanto la paura c'è ed è giustificata al 100%, gli sforzi fatti dalle istituzioni e dalle forze preposte al controllo e alla sorveglianza del territorio sembrano non riuscire ad arrestare la corsa degli operatori del malaffare, forse le unità di controllo sul territorio sono poche, forse la loro presenza soprattutto nelle ore notturne è minima, e come si dice in questi casi mentre il gatto non c'è i topi ballano. Io non so a chi spetti intervenire in maniera più incisiva o a chi tocchi richiedere alle autorità compententi un aumento delle unità e dei controlli sul territorio, ma percepisco soltanto il disagio in cui vive una cittadina tranquilla come la nostra dove la gente onesta che lavora e paga le tasse ni voli cuntu e ragiuni e reclama il proprio diritto alla sicurezza.

Chezan