Questa la sapevate?

Sparavano dall'auto in corsa
"Siculiana. Denunciati tre giovani che hanno ucciso 17 stornelli."
C'è una nuova specialità «sportiva» praticata nel piccolo paese agrigentino. Si tratta del tiro all'uccello mentre si è a bordo di un'auto in corsa. Un'attività illecita sotto tutti i punti di vista che ha spinto ieri un carabinieri fuori servizio a segnalare ai colleghi del comando provinciale e della stazione siculianese tre giovanotti intenti a «divertirsi». E a pagare questo divertimento con la vita sono stati venti esemplari di stornello, trucidati per gioco a colpi di fucile.
I ragazzi, tutti di Siculiana e di età compresa tra i 14 e i 25 anni, cugini tra loro, erano bordo di una Fiat Panda, quando all'altezza del porticciolo siculianese hanno cominciato a esplodere i colpi verso gli uccelli. Gli animali sono caduti al suolo uno dopo l'altro, senza che niente e nessuno riuscisse a bloccare la carneficina, compiuta con assoluta destrezza e al di là di ogni tipo di regola.
Resosi conto della situazione decisamente insolita, il militare a riposo ha chiamato la sala operativa e sul posto sono immediatamente giunti altri carabinieri. Le forze dell'ordine hanno subito bloccato la caccia illegale di stornelli, procedendo alla denuncia dei tre giovani con l'accusa di spari esplosi da veicolo in movimento.
Il fucile è stato posto sotto sequestro per essere attentamente controllato per risalire al proprietario. Alla luce di ciò, i tre «cacciatori in movimento» dovranno probabilmente trovare nuove forme di divertimento per trascorrere il loro tempo libero. La comitiva infatti era probabilmente intenta a passare qualche ora di svago lontano dai libri scolastici, rischiando però di sparare a qualcun'altro oltrecchè agli stornelli a bordo di un'auto in corsa. Un'attività «sportiva» che a Siculiana nessuno immaginava potesse essere praticata dalle nuove generazioni.
F.D.M.
Fonte: La Sicilia
...E non è tutto perchè cliccando qui c'è di meglio!

L3D