Dove sono stato in questi anni?


Da ciò che si evince dai recenti messaggi sulla tag board lasciati riguardo le prossime elezioni del sindaco, sembrerebbe che la maggiorparte degli utenti di superkappa sia filo-comunista. Superkappa, in quanto sito e istituzione del web, si vuole dissociare da ogni appartenenza politica dimostrando che non è ne a sinistra ne a destra, ma bensì in alto. E proprio dall'alto arrivano queste foto, esempi di infrastrutture sicule che da anni sembrano non interessare nessuna amministrazione, presente, passata e... futura? Un gratest-hits di ciò che le precedenti (ci tengo a usare il plurale) amministrazioni potevano fare e non hanno fatto, o che proprio non dovevano fare. E anche per zittire un pò questa sgadevole campagna elettorale online che va esclusivamente da una parte. Quello che voglio sottolineare è che il mio intento non è criticare quelle che sono le intenzioni dei sindaci passati, ma il fatto che questi a volte si circondano di persone non molto competenti e disinteressate, che prendono con le molle il malessere dei cittadini, e che le belle parole profuse in quantità non sono da prendere come oro colato. 
Magari non sarò informato su progetti all'attivo e nuove idee ma se è così il motivo è che non c'è informazione, anche grazie a un sito scadente che invece di aprire le porte dell'istituzione al cittadino gli offre un piccolo spiraglio peraltro di difficile accesso e consultazione. Bisogna essere per forza appassionati di politica e andarsi a seguire il consiglio comunale per sapere quali sono progetti in corso e le decisioni politiche siculianesi? Evidentemente si.



Questa è una corsia che si immette nella ss115 pericolosamente nei due sensi di marcia. Pur essendo di semplice soluzione, questo problema resta nel totale disinteressamento degli adetti, senza segnaletica, con corsie strette e male asfaltate.
Link.



Il più grande esempio di incompetenza progettistica resta il famoso "bivio" davanti il gommista. Non si capisce come non sia stato messo in previsione che un tir o un normale furgone alto non siano in grado passare da sotto il ponticello antistante il Villa Sikania. Ciò a portato a modifiche della struttura che consentisse ai mezzi di sterzare senza manovre e l'uso della nuova strada pedonale. Non è difficile comunque, specialmente dopo il mercato del sabato, beccare qualche furgone che decide di infrangere le regole cambiando senso di marcia appena immessi nella statale.
Link.



Ecco la strada progettata inizialmente per uso pedonale dedicata ormai quasi esclusivamente ai mezzi motorizzati. I difetti? Le mattonelle che si stanno via via lesionando sono scivolose per le gomme, non esiste un marciapiede e il degrado in quella specie di giardinetto foresta regna sovrano.
Link.



La strada in contrada Garebbici che passa dietro l'ex cantina sociale Torre Salsa è un esempio di degrado tipicamente siculo. Costruita e abbandonata a se stessa, l'opera presenta voragini che farebbero invidia alle buche provocate da un bombardamento, ma è come se non esistesse.
Link.



Il parcheggio del castel... ops! La piazza di Siculiana, non essendo valorizzata ha ceduto il passo alla desertificazione. Con i monumenti e lo spazio disponibile, se ben illuminata e abbellita, potrebbe essere il uno dei punti di maggiore vivibilità e uso turistico. Non solo per il tre maggio.
Link.



Non saprei di preciso trovare il punto nella mappa, ma da qualche parte qui intorno si trova una specie di area attrezzata per le scampagnate e arrostitine che a noi siculianesi piacciono tanto. Ormai coperto di flora selvaggia e in decadimento , questa piccola area è sempre stata chiuso come se fosse proprietà privata. E quella volta siamo andati ad arrostire al bosco di Montallegro.
Link.



Ultimo nella lista, ma posto in prima visione, l'ingesso di Siculiana dimostra lo scarso interesse delle amministrazioni alla cura dell'immagine del paese. Anni addietro si piantavano dei fiori curando l'aspetto esetetico, lo si può vedere dalle cartoline che vende Pasquale Vella al tabacchino. Oggi, invece di progredire (culturalmente) retrocediamo perdendoci in un vortice di imbarazzante indifferenza verso l'aspetto esteriore e del cattivo gusto generale, come se queste cose fossero in secondo piano rispetto ad altre problematiche importanti, colpendo duramente la vivibilità del siculianese e l'immagine turistica. Sempre nello stesso punto siamo costretti ogni anno a vedere quella specie di piramide di natale, che invece di abbellire (a detta di tutti) da un senso di bruttezza e desolazione da "natale dei poveri".

Link.

L3D