TURISMO FAI DA TE? AHI AHI AHI!

Visto che i questi giorni si è parlato molto sul blog su quello che l'amministrazione non fà, adesso vorrei che parlassimo di ciò che il cittadino non fà per attirare i turisti. Cito solo qualche cosa che non riguarda solo i cittadini, ma anche i commercianti:

- l'affitto delle villette o di qualche stanza a prezzi esagerati
- i prezzi che aumentano di anno in anno nei vari chioschetti e locali
- i prezzi per il paesano e i prezzi per il turista
- il rispetto per la cosa pubblica
- ecc.trovate voi gli altri...

Ora c'è da porsi una domanda: chi dovrebbe educare la gente, l'amministrazione o la gente stessa? Chi dovrebbe investire su alberghi e posti letto vari, l'amministrazione o i privati? Secondo voi è giusto che un privato che ha già tante ville e tanti risparmi non investa per il bene del turismo(bad & breakfast, alberghi, campeggi, varie)? Vi invito ad esprimere il vostro parere sul cittadino siculianese anzichè sull'amministratore/ori come di solito si fà magari proponendo anche voi qualcosa, tipo io propongo di creare un associazione  sulla tutela del turismo, evoi?

ps1: la foto l'ho scattata due anni fà con una macchina fotografica stile mediashopping
ps2: ringrazio l3d e sazu vella che mi hanno insegnato a buttare la monnezza nei cestini, thnks!
ps3: una lattina di the alla pesca a siculiana marina costa due euro!
ps4: ps1, ps2, e ps3 non sono riferite alla sony playstation, compreso ps4.

E adesso bloggate pure


13 commenti:

  1. mbari to, come sai il gelato maggiorato è uno dei tanti esempi di furbizia escogitata per guadagnare qualche centesimo in più, ma se moltiplichiamo questo fattore per ogni prodotto venduto e per ogni localino nel paese, sono centinaia di euro che spendiamo in più. spendiamo, tutti, anche loro.

    un'aumento esagerato e ingiustificato dei prezzi, in qualsiasi settore, può ritorcersi contro la comunità intera

    RispondiElimina
  2. M'bari Tò, l'associazione a tutela e promozione del turismo esiste già, è la pro-loco...infatti alphonse qualche settimana fa ha distribuito delle scatole con dei questionari che chiunque può compilare,ma soprattutto per i turisti, per esprimere la loro idea sul posto, sul locale e il grado di soddisfazione che hanno della vacanza...però per il resto ti dò ragione, anche come privati si dovrebbe incentivare ciò che è attinente al turismo.

    RispondiElimina
  3. tu puoi chiamarlo... papà

    =)

    RispondiElimina
  4. Totò per l'educazione ambientale è un vero piacere.... magari ti sarei grato se anche tu potessi a tua volta trasmetterla a qualcun'altro...


    Per quanto riguarda i questionari della pro loco: è apprezzabile l'idea e lo sforzo profuso per l'iniziativa, ma purtroppo oggi da un piccolo sondaggio che ho fatto per conto mio, qualcuno dei propretari che espongono i questionari ha lamentato qualche perplessità riguardo alla formulazione e soprattutto al fatto che manca la traduzione in lingua inglese per gli stranieri...

    Mi faceva notare infatti la scarsa adesione almeno nel suo locale...(addirittura 0 questionari compilati) però "già che si è fatto è un passo avanti"

    Devo dire che la ritrovata vitalità della pro loco non può fare altro che piacere e questo grazie soprattutto ad alphonse che ci sta mettendo davvero tanto impegno.

    Adesso si dovrebbe proseguire sulla scia di questo entusiasmo ma prima si dovrebbe operare una piccola riforma e tagliare qualche ramo secco, a mio modesto parere...


    Sapete che i locali che non espongono i prezzi sono passibili di denuncia?


    Purtroppo come dice totò è vero che a siculiana manca la cultura del turismo e prima che il turismo cresca e si diffonda a siculiana c'è bisogno di sviluppare una mentalità più aperta verso i turisti. Adesso l'introduzione dei centri d'informazione per i turisti (altra iniziativa della pro loco) spero dia il via all'inizio di questo processo di crescita, ma fino ad allora penso che spetti a noi delle nuove generazioni cercare di diffondere quanto più possibile la cultura del rispetto verso il nostro territorio e verso gli altri ma anche la cultura della legalità che sicuramente non guasta.....


    RispondiElimina
  5. x nura: volevo chiederti a manu come l'è parsa siculiana in generale?che considerazioni puoi darci? pè, ma nuddru c'addumannaiu:"di cu si figlia tu" a manu? cmq ti mando tanti cari saluti e salutami anche manù e spero che possiate disegnare magari siculianamarina come la vorreste voi.

    RispondiElimina
  6. E’ ammirevole lo sforzo fatto dalla Pro-Loco e dal suo Presisendente Alphonse Doria, il questionario anche con le sue pecche, rappresenta sempre un punto di partenza importante, e sicuramente se ne può migliorare l’impostazione e tradurlo anche in più lingue. Anch’io ho chiesto a varie attività se gli avventori si sono prestati alla compilazione del questionario, e devo dire che in molte di queste la risposta è stata positiva. Il problema oltre alla lingua è un altro, secondo me vi sono molti gestori che non hanno la sensibilità di presentare il questionario al cliente, è impossibile che in un locale ti dicano che nessuna scheda è stata compilata, sicuramente dove questo è avvenuto il gestore non ha avuto intenzione di collaborare con l’iniziativa.


    Sono convinto che le Associazioni giochino un ruolo importantissimo per la crescita e la diffusione di un certo tipo di cultura, oltre la Pro-Loco che come noto sta avviando una serie di iniziative volte alla promozione turistica del nostro territorio, anche le altre Associazioni dovrebbero fare un salto di qualità e abbandonare quella linea di mediocrità che le ha contraddistinte fino ad oggi, per intraprendere un nuovo cammino comune finalizzato alla produzione reale di crescita sociale.


    Quando Totorizzo ringrazia L3d e Siphilide del fatto di avergli insegnato giustamente a buttare le cartacce nei cestini e non per terra, io penso alla scuola ed al suo ruolo nella formazione a 360° delle nuove generazioni. Quello che L3d e Siphi hanno fatto con Totorizzo la scuola lo dovrebbe fare già a partire dai primi anni di vita scolastica, già dalle scuole materne i bambini dovrebbero essere sensibilizzati in maniera seria sulle tematiche di carattere ambientale, dovrebbero essere coinvolti in progetti volti alla promozione della raccolta differenziata , del risparmio energetico, della tutela del territorio e della riduzione delle fonti inquinanti. Per esempio le nostre scuole potrebbero firmare un protocollo d’intesa con il WWF chi meglio di questa associazione potrebbe dare il suo contributo per tali progetti di informazione e formazione



    Picciò di cose per innescare ampi processi di crescita se ne potrebbero fare basta e bonucchiù, il problema è credere davvero in quello che si vuole ottenere, metterci impegno e dedicare magari un quarto del tempo che mette a disposizione Alfhonse Doria, ………………..e sicuramente trovando nelle istituzioni seri interlocutori disponibili ad un costruttivo dialogo.




    Sentiamoci………….

    RispondiElimina
  7. L'educazione al turismo penso sia una delle costanti materie da trattare nel nostro paese.

    Per quanto riguarda i gestori di attività devo dire che anche loro dovrebbero fare degli sforzi per adeguarsi al sistema turistico.

    Esempio: come noto; roma è una città prettamente turistica. Mi è capitato a volte di andare in qualche bar o altra attività e avere l'impressione che il gestore o barista, cassiere o cameriere mi prendesse per il culo "grazie, scusi, tutto bene?; sorrisi ecc..." quando poi con il passare del tempo ho capito che era una costante di molte attività, un format per pruomovere costantemente la propria attività e mettere a proprio agio il turista.

    E' questo quello di cui abbiamo bisogno: far sentire il turista a proprio agio, l'accoglienza e fargli pensare che ogni cosa che facciamo , la facciamo per loro...

    ...insomma questo è un'idea! che a quanto pare funziona, del resto non piacerebbe a nessuno presentarsi in un bar per un caffè e sentirsi quasi in debito con il barista per avergli fatto il caffè....

    RispondiElimina
  8. io penso ke il barista romano prendendoti per il culo con i vari grazie, scusi, tutto bene?; sorrisi ecc...", non lo fa perkè pensa ke tu sei un turista,ma,vedendoti in faccia,pensa:"minkia cu kissu ni putemu fari lu pani"!!!!

    RispondiElimina
  9. pinù, dove l'hai trovata l'immagine del porcellino? è troppo bbella!

    RispondiElimina
  10. Concordo pienamente con Teofrasteo! Una maggiore educazione all' accoglienza turistica, gioverebbe tanto al paese!


    ToToRiZzo... io e manu siamo stati pochi giorni, e cmq non abbiamo avuto modo di vivere pienamente il paese! A lei ha dato un impressione molto positiva, siculiana piace, siamo stati bene!

    Pensa che grazie alle mie lezioni di siciliano riusciva a capire persino i discorsi più fitti e curtigliara! :)


    Siphilide citava giustamente l'inglese, perlomeno scritto... non sarebbe una cattiva idea, considerando il fatto che siamo in europa, e che il cervello umano riesce a gestirsi tranquillamente 3-4 lingue... e prendendo inoltre atto del fatto che in tutte le maggiori e medie località turistiche è richiesto come primo "skills" di un curriculum vitae.... ci starebbe!

    "seeeeeee"... magari qualcuno lo sta già pensando!

    Cacchio volete che vi dica, è la realta, volete il turismo? Imparatelo!


    Hicarol: in parte è vero, ma questo si chiama "saperci fare"!... ciao compà!


    RispondiElimina
  11. per lanciare il turismo occorre cchiù pilu pi tutti!!!

    RispondiElimina
  12. DOSSIER DONNA MODERNA

    La spiaggia di Torre Salsa tra le più belle del mondo

    SICULIANA. Il settimanale Donna Moderna ha inserito la spiaggia della Riserva naturale di Torre Salsa tra le 17 spiaggie più belle, selvagge e particolari del mondo. Un risultato strameritato visto che la spiaggia è una delle isole incantate della nostra provincia. Gestita dal WWf, la Riserva oggi ospita migliaia di specie animali, in particolari uccelli e inoltre, tantissime specie di piante. «Per noi - dicono dal Wwf - è motivo di soddisfazione e un incentivo a fare meglio e risolvere presto alcuni problemi che potrebbero far migliorare le condizioni dell'area costiera». Uno dei problemi principali è rappresentato dai troppi attentati incendiari, che si registrano, in particolare nella stagione estiva. Non sono mai mancati i problemi in questa splendida zona, ma ultimamente qualcuno è stato risolto. Due anni fa, l'attentato incendiario più grave che si sia mai registrato a Torre Salsa. Un incendio che ha distrutto la palude causando la morte di diverse tartarughe palustri. Il riconoscimento del settimanale Donna moderna rappresenta anche un'ottima vetrina per questa zona, che risulta già essere molto visitata e, che naturalmente da questa pubblicità gratuita, potrà ancora ricevere nuovi turisti. Intanto, per il momento resta il riconoscimento e, questo di per se rappresenta un ottimo risultato.

    RispondiElimina
  13. sti cosi ci vonnu

    RispondiElimina