Capodanno a Siculiana

Diamo al blogo quello che è del blogo. Sfoghi sconclusionati e di poco interesse tipici del mondo post-giovanile al quale ormai appartengo.
Il capodanno al Sikania.
L'organizzazione (che preciso, non è dell'hotel il quale ha solamente affitato i locali) ha toppato di brutto. Io non sono un discotecaro, ma credo che un dj set che si rispetti debba proporre un pò tutti i tipi di musica per le esigenze dei 2500 (!) presenti in sala, invece abbiamo ascoltato la solita commerciale da radio per quasi tutta la serata con diverse ripetizioni di alcuni brani... Probabilmente avevano terminato i dischi.
L'ambiente poi era davvero troppo fastidioso, grosse stroboscopiche sempre in funzione, fumo di sigatetta e troppa, davvero troppa gente per lo spazio a disposizione. Ma il top del flop è stata la consumazione gratuita, una sangria da quattro soldi. Che poi non è gratuita, ma la paghi nel biglietto di 40 euro.
Insomma, aumenta il prezzo e si abbassa la qualità.
Tipico pensiero imprenditoriale.