Ed io pago!

Quante volte vi sarà capitato di recarvi presso la chiesa madre per andare a manifestare il vostro cordoglio ai familiari di una persona defunta, o per partecipare alla celebrazione di un matrimonio, o magari durante la festa del 3 Maggio, insomma in una di quelle tante occasioni in cui la piazza si riempie di gente ed il tratto di strada che costeggia il castello chiaramontano fino ad arrivare all'ingresso della stessa viene invaso da automobili che alla ricerca di un millimetro quadro si inventano la qualsiasi per posteggiare. Bene, o forse male, oggi è stato un giorno di questi, per necessità ho dovuto accompagnare due signore presso la chiesa madre per partecipare ad un funerale (se non avessi dovuto accompagnarle, mai mi sarei azzardato ad avventurarmi in quel tratto di strada) e come già immaginavo il caos era bello che servito, macchine in doppia fila, impossibilità di poter avanzare, lunga attesa, difficoltà di gestire gli spazi, assenza di unità preposte al controllo della viabilità e boooooooooom!


Oggi è capitato a me, il fesso di turno a cui il destino ha voluto concedere l'ambita “stricata di machina” sono stato io, ne avevo sentito parlare, in tanti se l'erano potuta permettere, ma io ancora non ero stato tra i fortunati. Fortuna fortuna arriva quando non te l'aspetti ti bacia e ti strica, e quando arriva è sempre bendata proprio come chi permette che certi episodi avvengano, proprio come chi non si cura della sicurezza del cittadino, sicurezza che scaturisce anche da una corretta gestione della viabilità all'interno dell' area urbana.

Le foto qui riportate (oramai rimosse ndl3d) le ho scattate oggi, il tratto di strada lo conoscete bene, c'è una macchina e un furgone parcheggiati in maniera da limitare il corretto passaggio delle autovetture, ed una terza macchina, la mia, che da oggi come ben vedete si è dotata di nuovi optional, dei quali non so a chi porgere i miei ringraziamenti se tra l'amministrazione o il corpo della polizia municipale. E' inconcepibile che si permetta ancora che in quel tratto si parcheggi in doppia fila, se ciò avviene è sintomatico dell' incapacità che si ha nel prevedere la criticità di avvenimenti come in questo caso frequenti è sintomatico della negligenza con cui si opera è della strafottenza che con cui si gestisce un comune.

Che lo tengano a mente gli amministratori, prima di organizzare marce di protesta, che gestire un comune vuol dire anche evitare che episodi come il mio non si verifichino, non necessità l'intervento di chissà quale luminare per capire che in quel tratto di strada bisognerebbe mettere un divieto permanente su uno dei lati per tutta la sua lunghezza, cosa che tra l'altro bisognerebbe fare anche lungo il viale S. Pertini, perchè lo stesso problema ed è alla vista di tutti si verifica anche nei pressi della chiesa dell'Immacolata.

Ma non solo, il problema infatti si verifica anche a Siculiana Marina dove in estate si permette impunemente di parcheggiare in doppia fila in certi tratti di strada. Insomma aldilà di quello che mi è successo e della mia irritazione, non ho alcun problema ad affermare che nel nostro paese la viabilità urbana, in occasione di eventi particolari, non fuori dal comune, e per niente sporadici è gestita con gli arti inferiori. Come già detto in precedenza io non so chi è preposto all'organizzazione e la pianificazione della viabilità nel nostro comune, non so se tali doveri siano di competenza dell'Assessore al ramo, del corpo dei vigili urbani o del Sindaco, ma sono convinto che di chiunque di questi sia la responsabilità, questa problematica viene sottovalutata a discapito di tutti noi cittadini, di tutti noi contribuenti, di tutti noi votanti e di tutti quelli che giorno dopo giorno cominciano aFree Image Hosting at www.ImageShack.us razionalizzare che è il momento di contrapporre arroganza all'arroganza e azioni serie alla negligenza. Io personalmente comunicherò la problematica al difensore civico, (che sicuramente come è consuetudine in questo comune, non sarà ascoltato ed alle sue richieste faranno orecchie da mercante) e mi impegnerò in prima persona affinchè si riesca a risolvere tale problematica, affinchè gli spiriti dormienti di questo comune si destino e diano una risposta a tale problematica, al fine di evitare che, scusatemi, ma è il dato di fatto, che un siculianese per una stretta di mano segno di civiltà e rispetto, ritorni a casa con danni per centinaia di euro... ed intanto io pago!

Inviato da Enzo Zambito.

15 commenti:

  1. E' una vergogna bisogna prendere provvedimenti ma tanto non c'è gente seria. Io abito in piazza e li e vergognoso pure quabdi fanno il consiglio comunale che i consiglieri e tutti la squadtra riempiono di macchine tutta la piazza parcheggiando senza senzo e impediscono alle persone di potere arrivare a casa con le macchine. Bisognerebbe raccogliere le firme anche per questo

    RispondiElimina
  2. COMMENTO A "E... IO PAGO"

    QUEL SINDACO E QUELL'AMMINISTRAZIONE CHE LEI CRITICA ASPRAMENTE, MI SEMBRA DI RICORDARE CHE E' DELLA SUA STESSA CORRENTE POLITICA, E CHE LEI STESSO HA PIU' VOLTE VOTATA, PERTANTO ANZICHE' "SPUTARE NEL PIATTO DOVE HA RIPETUTAMENTE MANGIATO" SI ASSUMA LA RESPONSABILITA' DI CHI HA PORTATO AL POTERE GENTE INCOPETENTE E INCAPACE DI GESTIRE UN PAESE, CONSIDERATO CHE NON E' NEANCHE IN GRADO DI GESTIRE SE STESSO.

    LE CRITICHE VANNO FATTE SOLO QUANDO SI E' IMMUNI DI CERTI ERRORI, E LEI MI CONSENTA DI ERRORI NE HA FATTI... E NON POCHI.

    CI PEENSI BENE LA PROSSIMA VOLTA QUANDO SI PRESENTERA' L'OCCASIONE DI RICONFERMARE UN'AMMINISTRAZIONE CHE HA PRESO IL POSSESSO DEL PAESE, CHE SI E' SEDUTO SULLA "POLTRONA" E CHE NON RIESCE PIU' A LASCIARLA AD ALTRI.

    RispondiElimina
  3. Questo commento non ha molto senso.


    Non capisco perchè una persona, non può criticare l'operato di un'amministrazione che ha appoggiato.


    Cos'è una squadra di pallone?


    Anche se le idee politiche sono simili, le azioni vanno viste singolarmente e in modo oggettivo.

    Specie in un piccolo paese come Siculiana.

    RispondiElimina
  4. inutile il commeno sulla marcia di protesta per evidenti conflitti di interesse, e poi non ci sarebbe bisogno di queste accuse gratuite se gli abitanti del paese fossero più civili e non come fanno in certi casi dove dimostrano palesemente la parentela con i primati

    RispondiElimina
  5. prima di parlare "ammatula" bisognerebbe guardarsi dentro e pensare a quante minchiate di questo tipo si sono fatte, e solo dopo parlare del problema.

    come si fa a discutere il problema se si è parte dello stesso?

    RispondiElimina
  6. LA MARCIA DI PROTESTA... AH! AH! AH! E' STATA UNA BUFFONATA,

    RispondiElimina
  7. concordo con l3d. bisogna pur dare torto.non è una squadra di pallone.concordo anche col fatto che manca educazione.il siculianese non è abituato a pagare multe e i vigili urbani sono in difficoltà.spesso li vedo litigare con gente che parcheggia nell'imparcheggiabile.picciò è tutta colpa del cittadino stesso che non rispetta le regole e che rinuncia ai propri diritti.la marcia una buffonata? buffone chi è rimasto a casa, 30 anni fà c'assu stata na guerra pi la discarica.ora è tutto inutile.siculiana non cambierà mai più.

    RispondiElimina
  8. totò li siculianisi su cuminati mali.

    si ci dici di spustari la machina fa burdellu e sparti voli arraggiuni e si ci fannu la multa chiangi comu n'addevu.

    la marcia di protesta una buffonata, buffone ci sarai tu che non capisci una sega.

    pò quannu li cosi si mettinu chiù mali d'assà vi lamintati dati la curpa all'aministrazioni ca na cosa bona l'ha puvatu a fari mentri vatri putivavu veniri e 'nveci eravu a la casa a minarivilla e piglialli pu culo

    affucativi!!!

    RispondiElimina
  9. pauli ni la facemu natra marcia in bicicletta?

    RispondiElimina
  10. domenica dobbiamo uscire in bici!!!

    chi si aggrega?

    RispondiElimina
  11. All' anonimo che mi giudica e critica in funzione del voto che io possa aver espresso alle scorse amministrative, vorrei semplicemente dire: E chiedere: Quando lei si reca in un ristorante e dal menu' ordina un piatto a lei gradito, e se quando dopo che le stato servito lei assaggiandolo non lo trova di suo gradimento, lei che fa lo mangia?. Io per esempio non lo mangerei, anzi sicuramente mi lamenterei con il proprietario, e se questi cominciasse a tentare di infinocchiarmi (tipo politicante) dicendo, ma il piatto è una novità, usiamo spezie delle Galapagos o in maniera scortese cominciasse ad offendere arrogantemente (tipo politicante) affermando che il mio è palato poco raffinato, allora mi irriterei al punto tale da alzarmi ed abbandonare rumorosamente il locale attirando l'attenzione di tutti i presenti. Io mi comporterei così, questo è il mio carattere, e culinaria a parte, vorrei dirle che la posizione in cui lei afferma che io mi trovi è reale solo nella sua mente abituata forse alla logica del dover dare ragione e conto sempre a qualcuno, magari per un favore ricevuto, e bene che lei sappia che io ad oggi non ho di questi vincoli, ed è per questa ragione che per segno di coerenza soprattutto con me stesso ho il diritto di poter criticare qualcuno che in parte può anche avere il mio rispetto. Le ricordo inoltre che io personalmente non ho mai mangiato in piatti diversi da quelli di cui dispone mia madre in cucina, piatti forse non di ottima qualità, ma che mai costretto al contrario di quanto lei fa a cercarne altri da leccare. Inoltre volevo specificare che riferendomi alla marcia, non ho in alcun modo espresso un giudizio positivo o negativo, in quanto ritengo che ognuno è di libero di farsi le marce in cui crede, ma con il riferimento si voleva solo evidenziare il fatto che oggi gli amministratori tendono a focalizzare le proprie attenzioni ed energie su due o tre problematiche sicuramente rilevanti, tralasciando e sottovalutando altri aspetti ritenuti forse di minore entità, ma che invece sono altrettanto importanti per il nostro comune. Se non chiedo troppo vorrei inoltre chiederle quali sono gli errori che io avrei commesso più di una volta a cui lei fa riferimento, e lo chiedo con la curiosità di chi da cittadino libero, qualora di errori ne facesse, li riconosce e li paga, dinnanzi alla legge, lo stato, gli affetti, e sul posto di lavoro, insomma in tutti quegli ambiti nei quali lei, che si nasconde e giudica con la codardia dell'anonimato, ha sicuramente trasgredito.



    All'amico della piazza, se vuoi puoi farti sentire, potrei darti una mano a raccogliere le firme.


    Enzo Zambito

    RispondiElimina
  12. appoggio anchio per le firme

    RispondiElimina
  13. se gli amministratori ascoltassero l'appello manco ci fosse bisogno di raccogliere le firme e consumare litri di inchiostro

    RispondiElimina
  14. i simpatici signori che ogni giorno sono seduti in piazza l'inchiostro lo verserebbero con vero piacere basta sentirli parlare per capire che quello qui trattato rappresenta anche per loro un problema. Sarebbero i primi a firmare!

    RispondiElimina