Lottizzazioni di ferragosto

Qust'anno sembra che abbiamo raggiunto l'assurdo: delimitare grandi porzioni di spiaggia all'accesso pubblico. Volevo scriverci un post, poi ho trovato la notizia:
  • E' Iniziata sulla spiaggia di Siculiana Marina la tradizionale invasione dei vacanzieri di ferragosto che mettono in pratica una sorta di "lottizzazione" della spiaggia perfettamente delimitata, con relativa occupazione del suolo demaniale con tende e baracche di ogni sorta, in cui l'unico diritto a prevalere è quello dell'essere arrivati per primi. Una pratica che in qualsiasi altro periodo dell'anno sarebbe immediatamente sanzionata dalle forze dell'ordine e che invece viene tollerata, non si sa bene in base a quale principio.
    La splendida spiaggia siculianese si trasforma così ogni anno in una sorta di favelas o baraccopoli, tipici di una metropoli sudamericana,  i cui occupanti, consci dell'immunità guadagnata o per meglio dire carpita, si lasciano andare a gesti, azioni e comportamenti che in qualsiasi altro luogo sarebbero certamente puniti severamente.
    Le forze dell'ordine, per lo più, sono impegnate a dirigere il traffico e regolamentare il parcheggio, e quasi mai (almeno negli anni precedenti) si avventurano in spiaggia per dissuadere i meno sobri dal compiere gesti periocolosi come accendere fuochi e rompere bottiglie di vetro.
    E così i falò, tutti non autorizzati, si moltiplicano, con il rischio  che un eventuale  incendio si propaghi celermente, vista la stretta vicinanza delle diverse centinaia di tende impiantate in spiaggia.
    Senza considerare il rischio di una tale eventualità, aumentata dal fatto che la via di fuga, oltre al mare, sarebbe solo la stradina di accesso alla spiaggia che di fatto è un cortile o per meglio dire una strada senza uscita.
    C'è solo da sperare che quest'anno i controlli siano più intensi, che tutto proceda per il meglio e che gli ubriachi non cospargano la spiaggia di bottiglie rotte, che ogni anno causano il ferimento di tanti villeggianti.
    Ma forse chiedere questo è un po' troppo.
    In attesa che la civiltà arrivi anche da queste parti, buona fortuna a tutti.

    Salvo Di Benedetto
fonte: agrigentonotizie.it

L3D

3 commenti:

  1. vergogna, vergogna, vergogna


    l'importante è che se parli bene .........

    RispondiElimina
  2. c'eravamo tutti a fare gli incivili!!!

    RispondiElimina
  3. va be va, se prende fuoco una tenda,basta buttarla in mare!

    RispondiElimina