Scempio a Siculiana



Voglio dar spazio nuovamente al blog http://scempioasiculiana.blogspot.com/ (rinominato "Distruzione della costa tra Realmonte e Siculiana" dopo il post sul blogo) per dare più visibilità, per quanto mi è possibile, ad una voce di protesta che sta obbiettivamente dicendo cose sensate.
Anche se, come avevo già scritto nei commenti del precedente post sull'argomento (a cui partecipava l'autore di http://scempioasiculiana.blogspot.com/), sono fortemente contrario alle proteste anonime, mi sento in dovere di dare spazio a chi leva una voce "contro" in un periodo di assoluta mancanza di risposte reattive a tutti gli abusi e i silenzi e le inadempienze da parte delle istituzioni verso il nostro territorio.
Spero sempre in una rinascita del blogo, con nuovi articoli e commenti e soprattutto partecipazione.


A seguire gli ultimi tre post di http://scempioasiculiana.blogspot.com/ in sequenza.


in Sicilia il PAESAGGIO NON è un VALORE
lunedì 19 gennaio 2009

domanda a chi non è ecologista, ambientalista o naturalista o semplicemente non ha tempo di pensare al futuro del mondo:

possibile che solo in Sicilia (e ancora di più in Sicilia-occidentale!) la gente non provi disgusto a vedere le campagne invase da scheletroni di cemento ammuffiti e le spiagge occupate da villette improbabilmente medievaleggianti?

Perchè se a qualcuno salta in mente di stampare un palazzo rosso pompiere accanto ad uno verde abete, ne leggi (anche quando ci sono vengono scavalcate) ne niente scende in difesa del paesaggio???

se non si hanno soldi o conoscenze, sembra che nessuno ci possa far nulla e che la rassegnazione in Sicilia sia sempre la solita unica via...


Dirty models-Dirty hands = non siamo mica in Toscana!
sabato 7 febbraio 2009

Qualche giorno fa ho condotto alcune persone alla Torre di Monterosso. Si trattava di gente vissuta in Sicilia e trasferitasi in Toscana per lavoro.

Ho fatto vedere l'inizio della fine di questo bellissimo promontorio:
il nuovo proprietario della caserma che ha pensato bene di far ricoprire di terra metà della spiaggia per rosicchiare qualche metro in più per la sua proprietà (tanto, a chi interessa in Sicilia se la costa viene modificata dall'ultimo arrivato?!), la mega villona con annessa depandance del milionario lumbard..

Sapete quali sono stati i loro commenti?
Siamo in Sicilia, dovete ritenervi fortunati che le villone almeno siano state costruite con gusto. Un siciliano ci avrebbe stampato una costruzione amaranto, con infissi in alluminio e magari avrebbe lasciato l'ultimo piano grezzo..

Eppure niente di tutto questo succederebbe in una regione come la Toscana, attenta alla natura e al paesaggio.
Lì non solo ci sono puntualissimi vincoli edilizi, ma ADDIRITTURA pure i ricchi sono obbligati a rispettarli!!!
E sia ricchi che poveri costruiscono solo là dove è consentito e nel modo consentito.

In Sicilia, pure quando c'è qualche timido vincolo edilizio, questo vale solo per chi non ha abbastanza soldi per corrompere chi rilascia le licenze.
I controlli esistono solo per le persone che non sganciano. I milionari, invece, possono tranquillamente sventolarsi con un mazzetto di licenze, mentre da UNA stalla di pochi metri edificano DUE complessi grandi quanto un piccolo albergo..

E la ragione di tutto questo qual'è?
Non siamo mica in Toscana..!


la negazione della realtà sta x finire, il silenzio siculo continuerà
venerdì 22 maggio 2009

L'estate è alle porte e fra poco, lo scempio perpretato dai privati ai danni della collettività, passato sotto il silenzio di persone e istutuzioni, verrà a conoscenza di tutti, perchè modificherà le abitudini anche di chi all'ambiente non vuol pensare...
L'ambiente non è interesse di pochi, CIRCONDA ed è la REALTA' di TUTTI!!!

Quest'anno tutti si accorgeranno che la spiaggia delle pergole non c'è più:
è stata dimezzata e chiusa dall'uomo a suo lucro e piacimento...

e quel che è peggio: nel silenzio di TUTTI!!!

di chi lavora negli uffici pubblici e dell'uomo della strada (o della spiaggia!) che quest'estate si accorgerà di non potere fare il bagno dove l'aveva fatto l'estate scorsa (perchè un privato ha deciso di ricoprire mezza spiaggia di terra e di chiuderne l'accesso) ma
NON DIRA' NIENTE..
Penserà solo a cercare un'altra spiaggia, zitto - zitto, da buon siciliano che crede di fare il suo interesse (?!) solo perchè non vuol vedere ne sentire ciò che succede fuori dalla sua porta di casa.

3 commenti:

  1. a dimenticato di firmarlo...be


    paolo indelicato...lu nicu ah aha h

    RispondiElimina
  2. complimenti vivissimo lu cuscinu...appoggio totalmente il blog..cè da vergognarsi prima di tutto di quello che la gente del nord pensa di noi...motivatamente..e non per razzismo...vivendo al nord da un po di anni me ne sono reso conto da solo...cè le cerchiamo..i nostri silenzi..il nostro "lassa stari un su fatti nostri" ci sta rovinando quello ke è nostro di diritto...la liberta la terra..e si il lavoro...ma quello è un altro paio di maniche...o è lo stesso?

    RispondiElimina
  3. gli ambientalisti incominciano a gridare e a bloccare tutto quando si cerca di realizzare qualche struttura turistica che può togliere campo commerciale a gli altri poli turistici magari della riviera ligure o della Emilia Romagna o magari della Toscana. poi per il resto sono ciechi, sordi e muti. Il paesaggio è l'incontro tra la natura e l'uomo, è l'effetto storico, ed ha una importanza turistica straordinaria, appunto per questo si tenta di rovinarlo sia con le centrali eoliche che paradossalmente chiamano parchi eolici, sia con gli scempi come questo. Siamo una colonia e magari viene qualcuno dalla Toscana ad offenderci... ...tanto noi Siciliani siamo dei pecoroni senza senso per l'arte e per il buon gusto!

    RispondiElimina