Detti Siciliani

A chiummu ci semu a liveddru è macari, levati di sutta prima ca caditraduzione letterale: Il livello verticale va bene, il livello orizzontale anche, spostati di sotto che può cadere | spiegazione: La frase si spiega in termini "geometrici" per dire che tutto e a posto, o forse no | di: A. Palilla


A tempi di pira: "zì Pè, zì Pè!"; fineru li pira e finiu lu ziu Pè
traduzione letterale: Quando le pere sono mature: "zio Peppe!"; finite le pere finito lo zio Peppe | spiegazione: Questo proverbio è riferito a coloro che chiedono della gente solo quando queste possono essergli di bisogno. | di: Giovanni Bivona, Maestro di vita


A tu si ca si omu...no to soru!
traduzione letterale: Tu sei che sei un uomo......no tua sorella! | spiegazione: Sottolineare in modo sarcastico mancanza di coraggio o responsabilità | di: Mr. Zack (Agrigento)


A vigna si chianta quannu u vinu 'un vali nenti
traduzione letterale: il vigneto va piantato quando il vino non ha valore di mercato | spiegazione: è meglio pianificare in largo ancipo i grossi progetti | di: Salvo


A vossia la rota firria, lu cavaddru è pilusu e vossia è garrusu
traduzione letterale: A voi (maschile) le gira la ruota, il cavallo è peloso e lei è un gay (offensivamente) | spiegazione: Insulto (finocchio, per chi considera finocchio un insulto) | di: F.P.


Aio raggione ma ma mancio squarata u stesso
traduzione letterale: ho ragione, ma mangio lo stesso "senza condimento" | info: per "squarata" si intende "bollita", nel caso della pasta è "bollita in bianco" | spiegazione: l'aver ragione non sempre dà soddisfazione


Amaro cu ci cummatte cornutu chi non lo aiuta
traduzione letterale: amaro chi soffre cornuto chi non l'aiuta | spiegazione: ? | di: Emanuel


Amici e parenti, 'un c'accattari e 'un ci vinniri nenti
traduzione letterale: amici e parenti non comprarci e non venderci niente | spiegazione: evidentemente con amici e parenti non si fanno mai buoni affari | di: Antonio Salvatore Piro (Cattolica Eraclea, AG)


Aranci aranci, cu l'avi si li chiangi
traduzione letterale: Arance arance, chi le ha le pianga | spiegazione: L'equivalente di "hai voluto la bicicletta?..."


Arrè ci torni 'ccu la minchia di lu pupu! E' San Caloriu e nun'è pupu!
traduzione letterale: Ancora insisti con questo dannato pupazzo! E' San Calogero e non è un pupazzo! | spiegazione: Non essere insistente ed offensivo, stai sbagliando ancora una volta! (Le origini della locuzione vanno ricondotte alla devozione degli agrigentini a San Calogero. Si racconta che un forestiero, avvicinandosi ad una bancherella di statuette del Santo avesse chiesto più volte il prezzo del "pupo" (marionetta), suscitando, alla fine, la reazione indignata del "devoto" ambulante alla irriverenza.) | di: Paolo Denaro (Cologno Monzese, Mi)


Attacca lu sceccu dunni voli lu patruni
traduzione letterale: lega l'asino dove vuole il padrone | spiegazione: attieniti alle disposizioni di chi sta al di sopra di te | di: Enrico Lupo, San Giovanni Gemini (AG)


Avi cchiu corna di 'na lapa china di crastuna
traduzione letterale: Ha più corna di una ape piaggio da cui si smerciano chiocciole | spiegazione: Si riferisce ad una persona pluri-cornificata dal proprio partner | di: Christian G. (Agrigento)


"Boné e boné" mosse riccu, "Che naja a fari" mosse a dumannari
traduzione letterale: "Mi accontento" è morto ricco, "No so che farmene" è morto chiedendo l'elemosina | spiegazione: Si associano le frasi "boné e boné'' e "chi naja a fari" a due persone, la prima delle quali si accontenta dei suoi averi (dal dialetto "boné e boné" si può tradurre in "meglio poco che niente") mentre la seconda ("chi naja a fari?" che vuol dire "cosa ne devo fare?" ) ad una persona a cui non basta mai ciò che possiede. Percui colui che si accontenta é morto ricco , l'altro che non si accontentava é invece morto povero (a dummannari = fare l'elemosina) | di: Fabio Coniglio


Carta scritta leggiri si voli
traduzione letterale: Carta scritta la si vuol leggere | spiegazione: Ciò che è scritto "nero su bianco" non si può ignorare | di G. Parisi


Cchiù scuru di mezzanotti 'un pò fari
traduzione letterale: Più buio di mezzanotte non può fare | spiegazione: Peggio di così non può andare | di: NuraTan


Chiossà tira un pilu di sticchiu ca un carro di vò
traduzione letterale: Tira più un pelo di vagina che un carro di buoi | spiegazione: Allude alla vogliosità maschio per il sesso femminile | di: F. Palilla (Siculiana, AG)


Ci dissi u sceccu a u mulu: "semu nati pi dari lu culu"!
traduzione letterale: disse l'asino al mulo "siamo nati per dare il culo". Spiegazione: l'espressione è usata per ironizzare su se stessi quando si è destinati a grossi sacrifici lavorativi! | di: Antonio Salvatore Piro (Cattolica Eraclea, AG)


Ci dissi u suggi a nuci, dammi tempu ca ti perciu...
traduzione letterale: Disse il topo alla noce "dammi tempo che ti apro" | spiegazione: Con la pazienza si ottiene tutto. | di: Zu Pippu (provincia di Catania)


Cicciu, pudditru, lazzaruni e latru! Ci li futtisti li chiavi a San Pietru! Ci li mittisti rarrieri 'a lu quadru, Cicciu, pudditru, lazzaruni e latru!
spiegazione: Sei un mariuolo irrispettoso con tale inesperienza ed incoscienza da non portare rispetto nemmeno ai "Santi". | di: Paolo Denaro (Cologno Monzese, Mi)


Cilò cilò a pena è mia ma i guai su tto!
traduzione letterale: Cilò cilò la pena è mia ma i guai sono tuoi | spiegazione: Quando qualcuno vede commettere a qualcun'altro qualcosa di sbagliato ma non può comunque impedirgli di farlo. In genere lo dice un padre ad un figlio, oppure si dice fra ottimi amici | di: Brillante Zio (Palermo)


Circari Jaccia p'arruttari
traduzione letterale: cercare sedano per eruttare (?) | spiegazione: si dice alla persona di una certa età che vuol fare cose da ragazzino | di: Andrea (Catania)


Cu do sceccu ni fa mulu u primu cauciu è do so.
traduzione letterale: Chi cerca di fare mulo un asino subisce il primo calcio | spiegazione: Chi non rispetta la natura o l'ordine delle cose ne subisce le conseguenze | di: ZZu Pippu (Palermo)


Cu joca sulu vinci
traduzione letterale: chi gioca solo vince | spiegazione: quando si vantano le proprie qualita' senza diritto di replica | di: Peppe B., Siculiana (AG)


Cu lu dammi e cu lu te l'amicizia sempri c'è, ma cu lu dammi dammi dammi tutti cosi vannu strammi
traduzione letterale: con il "dammi" e con il "prendi" l'amicizia sempre c'è, ma con il "dammi dammi dammi" tutte cose vanno a rotoli | spiegazione: è un monito all'amico che chiede troppo


Cu mangia fa muddichi
traduzione letterale: Chi mangia lascia le briciole | spiegazione: Chi fa qualcosa inevitabilmente ne lascia le traccie | di: Francesca (Augusta, SR)


Cu nasci tunnu non po moriri pisci spatu
traduzione letterale: Chi nasce tonno non pò morire pesce spada | spiegazione: L'equivalente siciliano del "chi nasce tondo non può morire quadrato" | di: Claudio "Stuppex" (Catania)


Cu non mancia 'n pista, mangia ammucciuni!
traduzione letterale: chi non mangia a tavola, mangia di nascosto | spiegazione: a sottolineare chi condice affari sospetti | di: Claudio


Cu paga u pisci prima, fitusu su mangia
traduzione letterale: chi paga il pesce prima, lo magerà andato a male | spiegazione: chi acquista della merce (o prestazioni) anticipatamente, è probabile che avrà qualche brutta sorpresa, per questo è buona norma controllare prima di pagare | di: Peppe, Marsala (Tp)


Di babbi com'a tia ni fazzu un fasciu li mettu a pipitusciu e po ci pisciu.
traduzione letterale: Di poco intelligenti come te ne raccolgo una catasta, li ammucchio e poi ci urino sopra | spiegazione: Insulto (non vali niente) | di: A.A.


E' inutili ca t'allisci e fai cannola... U santu è fattu 'i mammuru e nun sùra
traduzione letterale: e' inutile fare moine, la statua del santo è di marmo e non suda | spiegazione: inutile rivolgersi ai santi o, più semplicemente, datti da fare e non aspettarti miracoli | di: Corrado, Modica


E' nutuli cha ci frischi quannu u sceccu un voli viviri
traduzione letterale: e' inutile fischiare quando l'asino non vuole bere | spiegazione: e' inutile insitere quando una cosa non è gradita, specialmente se te l'ho fanno capire | di: Giorgio Catania


Gilusu di culu: garrusu sicuru
traduzione letterale: Se si è geloso del proprio sedere sicuramente si è gay | spiegazione: Solitamente rivolto a coloro che si agitano a paura quando si tocca loro il sedere



I chiacchiri su chiacchiri e i maccaruni su chiddi ca incunu a panza
traduzione letterale: Le parole son chiacchiere ma i maccheroni son quelli che saziano | spiegazione: I fatti valgono piu' delle parole | di: Giuseppe (Catania)


In tempu di carestia ogni puttusu è galleria
traduzione letterale: In tempo di carestia ogni buco è galleria | spiegazione: Si riferisce a coloro che pur di ottenere piaceri sessuali avvicinano anche le donne più brutte | di: Claudio "Stuppex" (Catania)


Isti pi futtiri e fusti futtutu
traduzione letterale: Sei andato per fottere e sei stato fottuto | spiegazione: Hai fatto troppo il furbo e ci ha rimesso di persona | di: Salvatore Shimmenti


La pignata taliata `un vugghi mai
traduzione letterale: la pentola osservata non bolle mai | spiegazione: durante l'attesa il tempo sembra non passare mai | di: Enrico Lupo, San Giovanni Gemini (AG)


La robba stinnuta e' mezza vinnuta.
traduzione letterale: la roba stesa e' mezza venduta | spiegazione: detto che incita i commercianti a esporre i prodotti per venderli piu' facilmente


Lu jornu unni vogghiu e la sira spardo l'ogghiu
traduzione letterale: di giorno non mi va e la sera consumo l'olio | spiegazione: è un detto che sta a significare il "non fare" le cose nel momento opportuno, le cose che si potrebbero fare alla luce del sole "lu jornu unni vogghio" vengono fatte la sera sciupando olio (ai tempi antichi le lampade andavano ad olio) quando non è opportuno | di: Francesco Di Matteo Calatafimi (Segesta, TP)


Lu libru di l'infamità t'accattasti e la prma infamità già mi la facisti
traduzione letterale: Il libro delle infamie ti sei comprato e la prima infamia già mi hai fatto | spiegazione: Avendo deciso di avversare un'altra persona "a tavolino", e di esserle, dunque, nemica, si procede, celermente e senza indugio a contrastarla. Lascia supporre un'antica amicizia, venuta, in qualche modo, a finire. Da qui, l'attuazione sistemica della vendetta (infamità) senza esclusione di colpi. | di: Luca (Canicattì, AG) | spiegazione fornita da: Donato (Agrigento)


Lu rispettu è misuratu, cu lu porta l'avi purtatu
traduzione letterale: Il rispetto é misurato, chi lo porta lo riceve | spiegazione: Chi ha rispetto per gli altri sarà ricambiato | di: Francesca (Augusta, SR)


Megghiu co picca godiri ca cu assai triuliari
traduzione letterale: meglio con poco godere che con molto lamentarsi | spiegazione: l'equivalente del "chi si accontenta gode" | di: Giuseppe (Paternò, CT) | spiegazione fornita da: Zio Melo (Catania)


Megghiu scecchi ca malati
traduzione letterale e spegazione: Meglio ignoranti che ammalati | di: Steno (Siracusa)


Megliu 'u strunzu cafuddratu 'a lu nesciri ca a trasiri
traduzione letterale: E' indicato sforzare il proprio ano per defecare e non per farsi penetrare | spiegazione: Bisogna sforzarsi per raggiungere il risultato | di: Pedò Sen


Megliu diri "chi sacciu?" a no diri "chi sapia?"
traduzione letterale: Meglio dire "che ne so?" che dire "che ne sapevo?" | spiegazione: E' meglio essere informato degli eventi prima che questi accadano e non dopo che sono accaduti


Megliu lu tintu canusciutu ca lu bonu a canusciri
traduzione letterale: Meglio il cattivo conosciuto che il buono da conoscere | spiegazione: Nella diffidenza più totale è meglio tenersi ciò che si conosce anche se si è del tutto soddisfatti piuttosto che passare alla novità anche se si propone di buoni propositi. Riferito anche in ambiente politico.


Munnu è statu e munnu sarà
traduzione letterale: Mondo è stato e mondo sarà | spiegazione: Come per dire che a certe cose della vita non c'è rimedio, ma ci si accontenta


Na chianata do critazzu nun c'a fazzu nun c'a fazzu
traduzione letterale: Nella salita del cretaccio non ce la faccio non ce la faccio | spiegazione: Nel dopoguerra , per la festa dell ascenzione il trenino che da Siracusa portava a Floridia era cosi carico di persone che nn riusciva a fare la salita e le persone incitavano trenino e macchinista con questo detto | contributo di: Steno (Siracusa)


Nun prummìntiri cosi ai Santi e mancu cuddireddi ai picciriddi
traduzione letterale: Non promettere cose ai santi e neanche cuddireddi ai bambini | spiegazione: Era un panino sagomato a forma di bambola, di cestino, di animale, che veniva realizzato e regalato ai bambini solo nel caso in cui, durante la panificazione settimanale effettuata in casa, si fosse verificato uno “sfrido”, un avanzo di pasta lievitata, a seguito della “pezzatura” calibrata del pane. Se la pezzatura era stata eseguita correttamente, non poteva esserci alcun avanzo. Le “ire” dei Santi e dei bambini per le delusioni, a seguito delle mancate promesse, possono essere imprevedibili e spiacevoli! Occhio alle facili promesse! | di: Paolo Denaro (Cologno Monzese, Mi)


'Nzoccu piaci a'i 'mo rienti, nun ni' rugnu a'i mo' parenti
traduzione letterale: Ciò che è gradito al mio palato, lo mangio solo io e non ce ne è per nessuno! | spiegazione: Frase rivolta a chi dimostra egoismo ed avarizia | di: Paolo Denaro (Cologno Monzese, Mi)


Ogni purtusu è paradisu
traduzione letterale: Ogni pertugio è un paradiso | spiegazione: Detto da chi si accontenta di "tutto" in ambito sessuale


Ogni sgarratura è moda.
traduzione letterale: Ogni errore è moda. | spiegazione: Nel lavoro di sartoria si tralasciava qualche piccola imperfezione esclamando "Ogni sgarratura è modà", come a dire che quell'errore sarebbe diventato un particolare pregio dell'abito | di: Nonna Maria


Ognunu vorrica a so patri chi peri ri fora.
traduzione letterale: ognuno seppelisce il proprio padre con i piedi di fuori | spiegazione: ognuno fa quello che vuole senza rispetto neanche per il genitore | di: Lucrezia, Torrenova (Me)


Parrari picca e vèstiri di pannu, nun fannu mai dannu
traduzione letterale: Parlare poco e vestire elegantemente, non fa mai male | spiegazione: La riservatezza è una grande virtù (ammiccando, è un invito all'omertà) | di: Paolo Denaro (Cologno Monzese, Mi)


Prima 'i parrari mastica i paroli
traduzione letterale: Prima di parlare mastica le parole | spiegazione: Prima di parlare è meglio pensar bene a ciò che si vuol dire | di: Francesca (Augusta, SR)


Quannu chiuavi stam' in chiazza, quannu un chiuavi stam' in chianura.
traduzione letterale: Quando piove stiamo in piazza quando non piove stiamo in pianura | spiegazione: Questo è un semplice gioco di parole | di: Nonna Margherita e il nipote Giovanni (Palermo)



Quannu lu diavulu t'accarizza, voli l'arma!
traduzione letterale: Quando il diavolo ti accarezza vuole la tua anima. | spiegazione: Puo capitare a volte che un tizio o prossimo vostro prima di chiedervi un GROSSO favore inizia a interessarsi di voi, a farvi complimenti e altre ruffianerie varie. Da qui il detto | di: Sutun (Agrigento)


Rizzi, pateddri e grangi: spenni assà e nenti mangi
traduzione letterale: Ricci di mare, patelle e granchi: spendi molto e mangi poco | spiegazione: Il pesce costa molto, ma sazia poco.


Semu cu l'acqua intra e u cannolu fora
traduzione letterale: siamo con l'acqua in casa e il rubinetto fuori | spiegazione: la spiegazione è semplice: è come andare a legna senza corda | di: Massimiliano Caruana, Siculiana(AG)


Si nò vòi fattu tantu, levati da minchia e iettati i'cantu
traduzione letterale: Se non lo vuoi fatto tanto, levati dalla minchia e vattene altrove | spiegazione: Se non vuoi subire brutte conseguenze è meglio che te ne vai e lasci perdere | di: Benjamin e Company


Si travaglia e si fatica pi la panza e pi la fica traduzione
letterale: Si lavora e si fatica per la pancia e la vagina | spiegazione: Si lavora sodo per vivere e per la propria donna | di: A. Fanara


Ti vo mparari a fari ddetta? La chitarra e la scupetta
traduzione letterale: Vuoi imparare a fare i debiti? La chitarra e il fucile. | spiegazione: Se vai dietro a cose come la caccia o la musica non guadagni niente. | di: Lillo


Troppa strittianza fa mala crianza
traduzione letterale: troppa vicinanza fa insospettire | spiegazione: quando due o più amici stanno sempre insieme, si sospetta facciano qualcosa di male | di: Antonio Salvatore Piro (Cattolica Eraclea, AG)


U cavaddu bonu si viri a longa cussa
traduzione letterale: il cavallo buono si vede alla lunga distanza | spiegazione: con il tempo l'impegno verra' premiato | di: Claudio


U pisci feti da testa.
traduzione letterale: Il pesce puzza dalla testa | spiegazione: Le cattive qualità molto spesso derivano dalla famiglia/ambiente in cui si cresce | di: ZZu Pippu (Palermo)


U puttusu è puttusu e cu no ntuppa è jarusu!
traduzione letterale: Il buco è il buco, che non lo tappa è un gay | di: Zu Pippu (provincia di Catania)


U sceccu co sceccu s'araspa
traduzione letterale: L'asino si strofina con un altro asino | spiegazione: La gente con simili interessi o caratteristiche sta assieme | di: ZZu Pippu (Palermo)


Un pezzu i carni crura fa addiviaittiri a criatura.
traduzione letterale: Un pezzo di carne cruda fa divertire la creatura | spiegazione: Creatura è intesa come ragazza, questo detto citato dalla mia amata nonna significa che nessuna ragazza resiste al sesso nemmeno la più ingenua e riservata | di: Nonna Margherita e il nipote Giovanni (Palermo)

1 commento:

  1. Dinta la caserma su cchiossai li vuci ca li nuci. Traduzione letteraria: dentro la caserma sono più le voci che le noci... ovvero è più lo spettegolare che altro.

    RispondiElimina